Reciti come un attore

Reciti come un attore

Dai fratelli Lumiere in poi, una serie di attori a 4 zampe si sono succeduti nel mondo del cinema e della televisione. Quindi, a buon titolo, si può dire “reciti come un attore ” e dare finalmente merito ai nostri amati cani e alle loro performance da protagonisti del piccolo e grande schermo lasciando agli attori a due zampe, finalmente, il vecchio adagio “reciti come un cane“!!

Storia della recitazione a quattro zampe

La storia del cinema si fa partire proprio da un filmato di circa 45 secondi dei fratelli Lumiere, proiettato nel 1895 e visto per la prima volta da alcuni spettatori. A parte protagonisti bipedi, operai all’uscita di un edificio, per la prima volta sullo schermo appare un cane attore. Un cane e un ciclista, per essere esatti.

Da quel momento in poi, la carriera di attore è stata intrapresa da decine di animali a quattro zampe, che hanno – molto spesso – superato nella recitazione i loro corrispettivi umani.

Partiamo con il dire che un attore che recita come un cane può vincere un Oscar, ma non può succedere il contrario. Pare, infatti, che il famoso pastore tedesco Rin Tin Tin avesse superato i voti di Emil Jannings, primo attore “umano” a ricevere l’agognata statuetta, ma la neonata Academy of Motion Picture Arts and Sciences aveva la necessità di affermarsi e diventare ente autorevole e, di fatto, escluse dai premi che vanno agli attori i cani e tutti gli animali in genere. Correva l’anno 1929.

Recentemente, si parla del 2001, l’ambiente del cinema si è fatto perdonare istituendo il “The Palm Dog Award” che si può definire l’ Oscar dei cani.

Si tratta di un collare di cuoio con la scritta “Palm Dog” che viene dato come premio durante una manifestazione “alternativa” al “Festival del Cinema“, viene assegnato una volta all’anno e presenziato da critici cinematografici mondiali.

La premiazione avviene a Cannes, dove si assegna la Palma d’Oro e da qui il gioco di parole per gli “OSCAR” degli attori a quattro zampe.

Uno dei vincitori di questo premio nel 2011, è stato Uggie, un fantastico jack russell terrier che ha recitato nel film “The Artist” vincitore di ben 5 premi Oscar e primo cane, quanta strada è stata fatta dal 1929, a poter imprimere nella “Hall of Fame” di Hollywood l’impronta della sua zampa.

Purtroppo questo simpatico attore a 4 zampe, dopo aver dedicato la sua vita alla recitazione, è morto nel 2015 ma le sue “performance” recitative rimangono anche in altri film importanti e in compagnia di altre star come Reese Whiterspoon e Christoph Waltz.

Volendo rimanere in tema di star, non si può non citare il famoso film del 1943 “Torna a casa Lassie”, dove una splendida collie di nome Lassie recitava accanto ad una giovanissima Elizabeth Taylor, che sarebbe diventata poi una attrice famosa e riconosciuta come una delle donne più belle del mondo.

Un connubio di eleganza e bravura.

La fama di questo cane, unito ad una innata bravura nella recitazione, fece si che in Italia per moltissimi anni si identificò la razza canina collie ( o pastore scozzese ) proprio con Lassie. Per dirla ancora più semplicemente, anche chi scrive si unisce al coro, quando da bambino vedevi passare un collie per strada gridavi : ” mamma…un Lassie” !!

Per ora ci fermiamo qui, e questo è il primo ciak di una lunga serie di storie di attori  recitazione e cani.

Rimanete sintonizzati, c’è il prequel e il sequel …bau!

Pimp My Pug

Questo articolo ha un commento

Lascia un commento